11 Nov 2020

Lunga vita al nostro camper! Ecco qualche utile consiglio per chi non vuol vedere il tempo scorrere sul proprio amico a quattro ruote.

MUOVERSI IN CAMPER
Lunga vita al nostro camper! Ecco qualche utile consiglio per chi non vuol vedere il tempo scorrere sul proprio amico a quattro ruote.

I ricordi di ogni camperista insieme a Ducato sono un vero e proprio tesoro: i viaggi in compagnia, le avventure alla scoperta di luoghi sconosciuti e la libertà di viaggiare nel massimo comfort e in piena sicurezza. Bellissimi souvenir che creano nel tempo un legame profondo, i quali non vorremmo mai lasciare!

Ma niente paura… anche se il nostro motorhome ha fatto tanta strada, ci sono dei piccoli accorgimenti che possono aiutarlo a tenersi sempre in forma. Pronti per la nostra prossima esperienza insieme?


Batteria e impianto elettrico

Il primo consiglio parte proprio dal “cuore” del nostro camper su base Fiat Ducato, ovvero la batteria! Essa infatti tenderà a usurarsi nel tempo, ma c’è una semplice regola da seguire, che ci permetterà di prevenire che questo accada prima del dovuto.
Assicuriamoci quindi, settimanalmente, di accendere il motore del nostro compagno di viaggio anche solo per una ventina di minuti, possibilmente percorrendo un breve tratto di strada. Questo, oltre che aiutare in generale tutte le parti meccaniche a rimanere “attive” nel lungo periodo, ci assicurerà che la batteria compia i cicli di ricarica necessari, evitando così problemi di blocco al motorino di avviamento.

Avere particolare cura di questa componente del nostro camper su Fiat Ducato è fondamentale. Questa è infatti collegata a tutto l’impianto elettrico e un suo malfunzionamento potrebbe facilmente causare problemi aggiuntivi ad altre parti del veicolo come fari, illuminazione dell’abitacolo ed elettrodomestici. Troviamo quindi una scusa per passare qualche minuto in più a bordo: faremo un favore a noi, e al nostro amato amico a quattro ruote!


Interni, carrozzeria e umidità

Vade retro umidità! La nemica numero uno per il nostro mezzo è sicuramente l’umidità. Questa infatti può aiutare la creazione di muffe durante i lunghi periodi di inutilizzo, ma anche intaccare la carrozzeria e le guarnizioni, causando problemi sia estetici che strutturali non sempre di minore importanza.

Un consiglio è certamente di far arieggiare il più possibile il proprio camper su base Fiat Ducato aprendo spesso le finestre ed evitando di lasciare superfici bagnate per lunghi periodi. Detto questo, un metodo efficace è anche evitare di coprire troppo spesso il proprio mezzo con i teli protettivi; per quanto riparino la carrozzeria dalle intemperie, sono generalmente fatti di materiali non traspiranti ed al contrario possono risultare particolarmente nocivi quando utilizzati per lungo tempo.

Come facciamo quindi a salvaguardare il nostro camper dalle condizioni climatiche avverse, assicurandoci anche di non creare problemi collaterali? Il nostro consiglio per coloro che non possiedono un garage o un luogo coperto dove tenere il proprio veicolo protetto, è di utilizzare i teli di protezione, facendo però sempre attenzione a far arieggiare spesso il veicolo. Perché non approfittare proprio dei momenti in cui accendiamo il motore per la protezione della batteria?


Guarnizioni e piccoli accorgimenti

Altri elementi molto importanti, a cui spesso non facciamo caso, sono proprio le guarnizioni: impediscono all’acqua e all’umidità di entrare, assicurando che nessuna parte venga deteriorata. Come tutto il resto, però, anche le guarnizioni hanno bisogno di essere controllate e sostituite!

Come riconoscere quando una guarnizione è da cambiare? Sono principalmente tre le possibili cose da notare: potrebbero essersi irrigidite, non isolando quindi più completamente l’area, ritirate o rotte. In tutti questi casi è consigliabile sostituirle prontamente recandosi in un’officina.

Come per le guarnizioni, è necessario ogni tanto controllare anche viti e copriviti e, in caso sia presente della ruggine, cambiarle prontamente in modo da evitare nel lungo periodo cedimenti dovuti alle vibrazioni del veicolo in viaggio. Attenzione però: se mai voleste cimentarvi in queste operazioni da soli, evitate di utilizzare viti in acciaio inox. L’inox infatti, per quanto resistente alla ruggine, non possiede la flessibilità necessaria al compito e rischia di rompersi in breve tempo, se non nel momento stesso dell’installazione.


La routine allunga-vita

Abbiamo visto quindi qualche facile passaggio che potrà aiutarci a far diventare il nostro camper su base Fiat Ducato il nuovo Highlander della strada; speriamo siano stati tutti consigli utili. Ma abbiamo quindi finito qui? Assolutamente no!

Sono tanti i trucchetti necessari, e alcuni di questi rientrano anche in piccoli accorgimenti… come la necessità di svuotare l’impianto idrico durante l’inattività e la sua manutenzione, l’attenzione alla pulizia della carrozzeria con prodotti specifici, oppure ancora il buon uso di non lasciare mai cibo abbandonato all’interno del veicolo. È fondamentale evitare l’arrivo di animali (da semplici insetti a roditori) che potrebbero creare tane durante lunghi periodi di inutilizzo, causando problemi anche alle componenti meccaniche.

Tutte regole base, è vero, ma che ci sembra utile ogni tanto ripetere sia come memorando per i camperisti più navigati, sia per i nostri nuovi amici che si stanno per lanciare nella loro prima, fantastica avventura a bordo di un camper su base Fiat Ducato. Buon viaggio a tutti!

 
<asp:ContentPlaceHolder id="PlaceHolderPageTitle" runat="server"/>