16 Dic 2020

Wishlist di viaggio: alla scoperta del paese di Babbo Natale!

VIAGGIARE IN CAMPER
Wishlist di viaggio: alla scoperta del paese di Babbo Natale!

La Norvegia è il paese di fiordi, ghiacciai, vichinghi e dell’aurora boreale. Ma anche di storia, cultura, città meravigliose e… Babbo Natale! Inoltriamoci insieme ancora alla scoperta dell’Europa, in un viaggio che ci porterà dalla capitale Oslo, a sud, fino a toccare la Lapponia, nell’estremo nord! Un avvertimento: delineare un percorso preciso lungo i circa 2500 km del paese è complicato se non impossibile, anche viste le difficoltà negli spostamenti nei periodi più freddi. Alcune tappe saranno quindi molto distanti una dall’altra, ma siamo sicuri che lo spirito avventuriero di ogni camperista prevederà soste in posti magnifici, magari proprio sotto l’aurora boreale! Pronti? Accendiamo il motore del nostro camper su base Fiat Ducato e allacciamo le cinture: si parte!


Oslo, tra metropoli e parchi naturali

landoffjords 

Poche città al mondo possono offrire una commistione tra metropoli e natura come Oslo, dove attrazioni all’avanguardia, musei e gallerie d’arte si affiancano a una moltitudine di parchi, giardini e vere e proprie riserve naturali.

Tra le tante cose da vedere, non potremo perderci il Castello di Akershus che, dal XIII secolo, sovrasta il Fiordo di Oslo, prima come fortezza, poi come palazzo rinascimentale e oggi come installazione militare, anche se non mancano spettacoli teatrali e concerti all’aperto nel parco adiacente.

Un altro appuntamento imperdibile nella capitale è senza dubbio il Museo delle navi vichinghe.
Un’esperienza unica, che sarà difficile vivere in altri luoghi, dove navi millenarie si stagliano imperiose, facendoci percepire sulla pelle la grandezza della popolazione che fu. La più solenne, la Oseberg, accoglieva all’interno ben 30 rematori e ancora oggi possiamo apprezzarne le decorazioni a poppa e a prua, statue di draghi e serpenti che incutevano timore ai nemici che provavano a sfidarla.

Ultima visita obbligata, prima di ripartire a bordo del nostro camper su base Fiat Ducato, è al museo del Folclore Norvegese, ovvero il più grande museo all’aperto del paese. Qui potremo ammirare più di 150 edifici, tutti provenienti da diverse regioni della Norvegia e risalenti al XII e XIII secolo. Antiche botteghe, carrozze, musica e balli popolari coronano un’aria quasi fiabesca, che ci catturerà facendoci tornare un po’ bambini!


Bergen, la capitale dei fiordi

landoffjords 

Dirigendoci a ovest a bordo del nostro amico a quattro ruote arriveremo, dopo un viaggio di circa 450 chilometri (ma sono tanti i paesini in cui potremo fare una sosta, o anche trascorrere la notte avendo qualche giorno in più a disposizione) alla città di Bergen che, ricca di colori e architetture tipiche del luogo, con tetti a punta e case colorate, è circondata da un lato da natura sconfinata, con boschi a perdita d’occhio, e dall’altra dai meravigliosi fiordi.
Lì sarà facile raggiungere uno dei traghetti turistici che ci porterà a fare una visita sull’acqua proprio dei Fiordi! Un consiglio? Correte a prendere i posti in prima fila sul battello, non ve ne pentirete!
Volendo invece ammirare lo spettacolo dall’alto, possiamo recarci sul Monte Ulriken che offre un panorama a 360 gradi, una terrazza panoramica e anche dei servizi di ristorazione, rendendola quindi una delle mete must, anche solo per passare un piacevole pomeriggio. Per raggiungere il Monte Ulriken potremo utilizzare uno dei tanti bus che partono dal centro cittadino, non volendo scomodare il nostro camper su base Fiat Ducato, oppure per i più avventurosi di noi ci sono anche i sentieri di trekking!


Trondheim, la città del Rei

landoffjords 

Dopo svariati chilometri percorsi lungo un paesaggio mozzafiato, arriveremo a Trondheim, la città fondata nel 997 dal re Olaf I, e capitale norvegese per circa 200 anni. Costruito sul fiordo più lungo del paese, ben 130 km, questo luogo ci permetterà sia di ammirarne le bellezze, sia di prepararci al viaggio verso nord, con il suo clima ancor più rigido, anche se sempre più affascinante.
Non mancano i musei, come quello dell’arte, con più di 4000 opere norvegesi, o quello delle arti applicate del Nordenfjeld, dove vengono esposti arredi, ceramiche, tessuti e molti altri reperti storici appartenenti a tutti i secoli, dal XV a oggi, e ancora il Rockheim, il museo dedicato alla musica popolare.

Anche i monumenti storici sapranno catturarci: dal Palazzo Arcivescovile, dove tutt’oggi sono conservati di gioielli della corona norvegese, allo Stiftsfården, residenza reale e il palazzo il legno più grande di tutto il Nord Europa!

Trondheim ha molto da offrire anche a tutti coloro che sono alla ricerca di un po’ di svago, grazie alla numerosa presenza di campus universitari che danno vita a una realtà giovane, piena di eventi culturali.


Tromsø, il paese dell’aurora borealei

landoffjords 

Dopo un po’ di meritato riposo, saliamo di nuovo a bordo del nostro amico a quattro ruote e dirigiamoci ancora più a nord, verso l’hotel di ghiaccio, l’aurora boreale e una natura unica.
Arriviamo così sull’isola di Tromsø, ma non c’è da preoccuparsi: quest’isoletta è infatti collegata da ben tre ponti con la terraferma, potremo raggiungerla tranquillamente a bordo del nostro camper su base Fiat Ducato!

Per esplorare tutti i dintorni di questa località ci vorrebbero giorni interi, se non settimane, tra meravigliosi fiordi, gelate pianure, renne e slitte con i cani!

Una meta d’obbligo è sicuramente la Ishavskatedralen, la “Cattedrale Artica” costruita nel 1965 che, con il suo organo da 2940 canne, la grande vetrata a mosaico e i caratteristici undici “archi” triangolari è diventata uno dei veri e propri simboli della cittadina.

Altra attrazione unica dell’area è il Polarmuseet, il Museo Polare che racconta la storia esplorativa del Polo Nord negli anni, con reperti storici, fotografie d’epoca e utensili di più di 100 anni fa. Altro museo che potrebbe interessare molti camperisti è, in realtà, un vascello! Il Polstjerna (Stella Polare) infatti, oggi custodito all’interno di un edificio in vetro per proteggerlo dalle intemperie, è un originale vascello della metà del 900, perfettamente conservato e visitabile, anche all’interno.

Eccoci arrivati forse a quello che tutti, un po’, stavamo aspettando. La casetta di Babbo Natale? No: l’aurora boreale! Proprio da Tromsø infatti sarà possibile ammirare con maggiore chiarezza la bellezza di questo fenomeno naturale senza paragoni. Il periodo migliore per vederla è tra metà settembre e marzo, anche se con un po’ di fortuna, e conoscendo il luogo più adatto, anche negli altri mesi potremo ammirarla! Il consiglio però è di affidarsi a guide locali che organizzeranno un’escursione dedicata, durante le ore notturne. L’ambiente è molto ostico, avventurarsi da soli in zone poco battute e controllate potrebbe essere rischioso, anche se per degli avventurieri come noi!


La casa di Babbo Natale… è al sud?

Ebbene sì, anche se tutti noi siamo abituati a immaginarci la dimora di Babbo Natale il più a nord possibile, una delle varianti della storia lo vede vivere nel paese di Drobak, vicino a Oslo, ma solamente nei mesi non natalizi! La leggenda vuole, infatti, che Babbo Natale si nasconda tra la gente comune, svolgendo una vita in incognito per molti mesi dell’anno fino a quando, arrivato il momento giusto, non salta a bordo della sua slitta volante, pronto a regalare magia a tutti i bambini del mondo… quello che viviamo tutti noi con il nostro amato camper su base Fiat Ducato, e non solo a Natale!

Siamo arrivati al termine di questa breve guida che ci ha portato alla scoperta di luoghi meravigliose, in un intreccio di storia, divertimento e natura sconfinata. Dove ci porterà la prossima avventura? Lo scopriremo presto, ma per ora, buone vacanze a tutti!​​

 
<asp:ContentPlaceHolder id="PlaceHolderPageTitle" runat="server"/>