22 Feb 2021

Aree di sosta, camping o libertà assoluta? Ecco un breve vademecum per scegliere le soste perfette per le nostre esigenze!

MUOVERSI IN CAMPER
Aree di sosta, camping o libertà assoluta? Ecco un breve vademecum per scegliere le soste perfette per le nostre esigenze!

Scegliere il luogo dove fermarci per passare la notte insieme al nostro camper su base Fiat Ducato non è sempre semplice! Tra aree libere, camping a cinque stelle e aree nel mezzo della natura, decidere dove spendere le nostre ore di meritato riposo dopo un lungo viaggio può essere una bella sfida. Ecco una breve guida per non finire mai più nel posto sbagliato.


La regolamentazione

Primo tra tutti gli argomenti per iniziare questa guida, non può che esserci il codice della strada. Per quanto cambi da Paese a Paese, alcune regole rimangono simili ed è necessario conoscerle per non inciampare in sanzioni inaspettate.
Partiamo quindi dalla tipologia di veicolo!
I camper infatti utilizzando un motore integrato, a differenza delle “cugine” roulotte, vengono classificati come veri e propri veicoli e non dovranno, per tanto, sostare in zone trafficate (come a bordo strada), se non per soste brevi.
Viva la libertà, si, ma con qualche regola! Se dovessimo quindi sostare per breve tempo in zone non adibite, ci sarà vietato di utilizzare gli spazi esterni al nostro camper su base Fiat Ducato, così come tutto ciò che viene regolamentato come “camping”: niente scaletta estraibile, niente finestre (se non a scorrimento) aperte ma soprattutto, dovremo fare particolarmente attenzione che il veicolo non intralci, ovviamente, la carreggiata.
Anche i panni sporchi appesi all’esterno sono vietati in questo caso specifico, facciamoci attenzione!


Punto Sosta

I punti sosta sono tutti quei luoghi adibiti alla sosta, gratuiti o a pagamento, dove ci è possibile sostare, ma in cui non avremo accesso a strutture e servizi esterni (come la possibilità di caricare acqua chiara e scaricare le acque grigie e nere). Di questi, fanno parte parcheggi all’aperto, prati e così via. È necessario in queste soste posizionare il veicolo nel modo migliore, seguendo la regolamentazione sia data dal codice della strada, sia dalle regole interne dello spazio: l’intralcio di un marciapiede o il posizionamento del veicolo al di fuori degli spazi consentiti ci porterà infatti ad essere, molto probabilmente, sanzionati.
Soste on-the-go quindi, per recuperare un po’ di stanchezza accumulata durante il viaggio, ma quasi mai mete definitive della nostra avventura!


Camper Service

Quando abbiamo necessità di sostare, ma anche di curare i nostri impianti idrici dovremo invece puntare a un Camper Service. Queste aree, anch’esse gratuite o a pagamento, offrono dei servizi di base come la disponibilità di acque chiare e la possibilità di scaricare quelle grigie o nere, ma i servizi spesso si limitano appunto a queste due necessità. Questo tipo di area è spesso presente sia come servizio pubblico (spesso finanziato dai comuni stessi), sia come privato, a volte anche in grandi parcheggi come quelli delle aree commerciali, o adiacenti a benzinai e punti di rifornimento in generale.


Area Attrezzata

Per chi necessitasse di qualche comodità in più, eccoci nelle aree attrezzate, che spesso offrono servizi aggiuntivi come Wi-Fi, aree comuni, attacco elettrico e servizi igienici. Queste aree, un po’ come gli hotel, variano molto in base al luogo: alcune offrono un’esperienza d’alto livello, mentre altre mettono a disposizione degli utenti pochi semplici servizi necessari alla sosta. Una cosa importante da tenere a mente è che esse spesso hanno un massimo di ore (48h/72h) di sosta consentita. Questo accade principalmente perché situate nelle vicinanze di centri urbani, punti di interesse turistico o simili e, in questo modo, possono permettere un ricambio continuo di visitatori, nonché una pulizia più attenta degli ambienti.


Campeggio

Anche in questo caso, potremo trovare campeggi che offrono servizi a cinque stelle come piscine, campi da tennis, ristoranti e spiagge private, così come altri in cui l’offerta è molto ridotta. Scegliere il campeggio perfetto per noi è troppo soggettivo per poterne parlare in questa breve guida, ma vogliamo consigliarvi di fermarvi sempre a pensare alla vostra idea di vacanza ideale: pensate sia meglio sorseggiare un bicchiere di vino a bordo piscina, o lanciarvi in un’avventura nei boschi limitrofi al vostro Camper su base Fiat Ducato? La scelta è vostra!


Agricamper e Agricampeggio

Ultima indicazione di questa guida va fatta per quelle nuove tipologie di strutture private, messe a disposizione spesso da agriturismi o aziende agricole. La differenza sostanziale tra Agricamper e Agricampeggi viene dal limite di sosta massimo imposto; i primi seguono infatti le regole delle aree attrezzate, con un massimo di 72h, mentre i second non hanno limiti e possono offrire soste di giorni come settimane. Qui avremo la possibilità di vivere esperienze uniche e particolari, abbracciando sia la voglia di libertà data dal nostro amico a quattro ruote, sia la necessità di avere un’area magari meno studiata rispetto a campeggi ed aree di sosta attrezzata, ma sicuramente più privata e accogliente.
Sarà inoltre possibile prendere parte alle attività legate all’azienda agricola, praticare sport locali (come equitazione, trekking o kayak in base alla posizione della struttura), ma soprattutto entrare a contatto con le persone che lavorano e vivono nella zona che stiamo esplorando, con la possibilità di scoprire la vera natura della nostra meta.

Anche questa guida alla scelta dell’area di sosta perfetta per le nostre esigenze è arrivata al termine, siamo sicuri vi sarà utile la prossima volta che sarete pronti a partire o, perché no, quando stanchi dalla giornata, vorrete solo trovare il posto ideale per riposarvi, pronti per la prossima avventura!

 
<asp:ContentPlaceHolder id="PlaceHolderPageTitle" runat="server"/>