26 Lug 2019

Direzione albania: alla scoperta dei borghi da visitare in camper

VIAGGIARE IN CAMPER
Direzione albania: alla scoperta dei borghi da visitare in camper

Allacciate le cinture e preparatevi a raggiungere il cuore dei Balcani. Da Krujë a Korça, ecco alcuni dei borghi più affascinanti del Paese delle aquile!

Salite a bordo del vostro Ducato motorhome per iniziare un nuovo itinerario in una terra selvaggia e, per molti, ancora sconosciuta: l’Albania! Con le sue spiagge bellissime e panorami mozzafiato, saprà mettere d’accordo davvero tutte le tipologie di viaggiatori. Da chi ricerca relax e tranquillità, agli appassionati di storia e amanti dei viaggi culturali… il Paese delle aquile è un vero e proprio gioiello del Mediterraneo. Ricca di storia e di siti archeologici affascinanti, l’Albania non offre solo spiagge e località marittime più note ai turisti che viaggiano soprattutto nella stagione estiva.

Ci sono tanti altri angoli dalla bellezza autentica, che vi conquisteranno a prima vista. Stiamo parlando dei piccoli borghi albanesi, raggiungibili in compagnia del vostro camper su base Fiat Ducato. Tutti pronti?

Krujë

Custodita nel cuore dell’Albania centrosettentrionale, Kruja è un piccolo borgo medievale, conosciuto in tutto il mondo come la prima capitale albanese e città di Skanderbeg. Dista circa 30 km da Tirana e 40 km da Durazzo: è diventata negli anni una delle destinazioni amate dai viaggiatori camperisti e non.

Se siete indecisi sul periodo più adatto per visitarla, no panic! La cittadella offre luoghi e attività interessanti, adatti a ogni periodo dell’anno. Cominciate il vostro tour da due delle perle di questa città. Il Museo Nazionale Giorgio Castriota Scanderbeg e il bazar medievale. Il bazar è un vero paradiso per gli amanti dell’antiquariato e artigianato. Oggetti coloratissimi e stradine colme di turisti e visitatori della terra delle aquile sapranno accogliervi e trasmettervi il vero benvenuto albanese!

Una volta visitato il caratteristico bazar medievale, immergetevi nella storia della città, visitando il Museo del Castello. Inaugurato nel 1981, è conosciuto principalmente per il percorso sulla storia della città e, allo stesso tempo, per il tributo alla resistenza contro gli ottomani. 

Korça

Se il bazar di Krujë vi ha conquistati, quello di Korça non vi deluderà! Situato tra le più orientali delle città albanesi, questo borgo è ricco di vita, di profumi e di culture differenti.

Il suo bazar, decisamente più moderno e rinnovato rispetto al tradizionale di Krujë, ospita oggi edifici ristrutturati, che fanno parte dell’opera di rinnovamento avviata negli ultimi anni. L’anima del borgo non è però cambiata: se volete gustare il buon cibo e i piatti tradizionali di una volta, non potete perdere la festa del lakror. Si svolge a luglio ed è la vera celebrazione della focaccia ripiena di carne. Il lakror è preparato rigorosamente a mano e cotto sulla brace. E quale modo migliore per accompagnare una porzione di lakror, se non con una buona birra albanese?

Korça è infatti una delle fabbriche più antiche di birra in tutto il Paese: gustatela ad agosto durante i cinque giorni di Festival dedicato!

 

Berat

File di case ottomane bianche, accompagnate da tantissime finestrelle che di notte si illuminano magicamente: un bellissimo presepe chiamato Berat!

Conosciuta per la sua età, circa 2400 anni, Berat inizia la sua storia (documentata) ufficialmente nel Medioevo, periodo durante il quale fu conquistata dai turchi ottomani. Oggi Patrimonio dell’UNESCO, è una città ricca di moschee e di vicoli affascinanti. Vi consigliamo di iniziare il vostro tour proprio dalla cittadella-fortezza, unica per l’edilizia dell’epoca ottomana. Potete visitare il centro storico diviso in tre aree: Kalaja (il Castello), Mangalem e Gorica, sulla sponda sinistra dell’Osum.

 

Gjirokastër

La vostra visita non può concludersi senza prima aver conosciuto uno dei borghi più affascinanti del Paese: Gjirokastër. Con il suo castello e le case monumentali di epoca ottomana, è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO. La peculiarità della città? Le numerose case-torre che potrete visitare o ammirare semplicemente dall’esterno.

Dopo una visita tranquilla tra le case rimaste quasi intatte dopo secoli, potrete immergervi nel bazar che ancora oggi rappresenta il centro della vita del borgo. Gli edifici di culto sono un’altra tappa d’obbligo per i turisti: non dimenticate la chiesa di San Michele, i tanti monasteri cristiani, la moschea nel Pazar e i monasteri Bektascian.

Continuate il vostro tour visitando il Museo Nazionale delle Armi al Castello e, se avete a disposizione qualche giorno in più, spingetevi oltre in confini della città: nella regione potrete ammirare per esempio Antigonea, città del 297 a.C.
Se preferite invece fare un salto nella natura incontaminata della regione, ad aspettarvi ci sono diversi Parchi come il Parco Naturale di Sotira, i Parchi Naturali di Hotova e di Uji Ftohte e le Acque Termali di Benja (Permeti).

 

È arrivato il momento di fare le valigie… ricordate che in Albania i limiti di velocità sono divisi come segue:

Nei centri abitati non possono essere superati i 40 Km/h;

Sulle strade extraurbane il limite è di 90 km/h;

Le autostrade consentono un massimo di 110km/h.

Viaggiate in compagnia di un amico a quattro zampe? Non dovrete rispettare particolari restrizioni, ma ricordate di mettervi in viaggio solo dopo aver effettuato tutte le vaccinazioni e aver richiesto con un certificato di buona salute del vostro animale. Buon viaggio, anzi Udhëtim të mbarë!

​​​​
 
<asp:ContentPlaceHolder id="PlaceHolderPageTitle" runat="server"/>