Muoversi in Camper

Percorsi in Maremma

La Primavera è ufficialmente arrivata, con lei il richiamo della natura si fa sentire. Perché non inaugurarla con un bel viaggetto? In camper, naturalmente. Salite a bordo e partite con noi per la Maremma.
Faremo un giro tra piccoli borghi storici e grandi paesaggi. E chi ama il mare, potrà già godere del sole sulla spiaggia e approfittarne per mettere i piedi a bagno. Nelle terre verdi della maremma toscana, la stagione estiva si annuncia con le feste e i ponti primaverili.

--------------

 

Se avete voglia di respirare a pieni polmoni e di trascorrere intere giornate all’aria aperta immersi nella natura, allora, in questa primavera, caricate sul vostro camper le bici o le semplici attrezzature per il trekking e visitate con noi la splendida terra della Maremma toscana.

La Maremma è un particolare microcosmo che si estende tra le province di Livorno e Grosseto. Dante, nella Divina Commedia, ne identificava i confini tra "Cecina e Corneto" (Tarquinia).

Caratteristica unica della Maremma è la varietà del suo territorio: mare cristallino, lunghe spiagge o scogli impervi, monti ricoperti da fitti boschi, zone lacustri e pianeggianti, verdi colline coltivate e zone termali naturali. Un luogo senza tempo, ideale da visitare in camper e che affonda le sue radici nelle civiltà antiche. Qui gli Etruschi e Romani hanno prosperato per secoli lasciando importanti testimonianze. Suggeriamo un percorso che va da sud a nord, partendo da Capalbio.

Capalbio in Camper

           

Abbarbicata sulla sommità di un colle boscoso, Capalbio è una località che in passato era associata a un turismo d’élite; qui infatti trovavano rifugio, lontano da stress e metropoli, politici, intellettuali e imprenditori. Oggi Capalbio è forse meno radical chic ma conserva intatto tutto il suo fascino e, passeggiando per le vie del borgo si respira un’aria piacevole, un’atmosfera intrisa di charme e cultura. Tante le occasioni e gli appuntamenti culturali, tra questi, il più rinomato è il festival che si tiene ogni anno a luglio: “Capalbio Cinema”. L’evento promuove cortometraggi di tutto il mondo con rassegne, proiezioni e incontri. Famosa anche per aver ospitato il più noto brigante maremmano, Domenico Tiburzi, che divenne un eroe popolare a metà ‘800, il brigante difensore della giustizia.
La città offre tra le sue mura, innumerevoli scorci suggestivi, vicoletti e piazze medievali che, da sole queste, varrebbero la sosta.
Il piccolo borgo medievale, circondato da mura quattrocentesche, riuscirà a riportarvi indietro nel tempo, facendovi vivere il periodo in cui le famiglie degli Orsini e degli Aldobrandeschi erano grandi protagoniste della vita politica, o in età rinascimentale.

  

Il giardino dei Tarocchi

  

Se avete con voi le biciclette e avete voglia di una sana pedalata potete –senza sforzi eccessivi- puntare verso il Giardino dei Tarocchi che si trova a poca distanza da Capalbio, passando per Borgo Carige con rientro a Capalbio. Un percorso ad anello che vi farà immergere nell’ambiente più tipicamente toscano, fatto di uliveti, querceti e lecceti. Uno splendido paesaggio collinare che seduce ad ogni pedalata. Lasciandovi alle spalle Capalbio, andate in direzione Pescia Fiorentina per circa 8 km, qui troverete il Giardino dei tarocchi, un luogo magico che potrete visitare a piedi, perfetto se con voi ci sono anche dei bambini. All’ingresso troverete ben 22 sculture imponenti delle carte dei tarocchi. Vi sembrerà di entrare nel fatato mondo di Alice nel paese delle meraviglie, nella realtà dei fatti siete invece in un parco privato reso unico e inconfondibile grazie all’intervento creativo della famosa scultrice francese, Niki de Saint Phalle, che negli anni ‘70 materializzò le sue fantasie realizzando sculture in cemento completamente rivestite da migliaia di tessere colorate di mosaico.

  

Parco regionale dell’Uccellina

  

Questa stagione è ideale anche per visitare il bellissimo Parco regionale dell’Uccellina dove passeggiare, o andare a cavallo o anche assistere agli spettacoli della festa dei Butteri di Alberese.
Alberese è un piccolo borgo, frazione del comune di Grosseto, a due passi dal monte Argentario, nel cuore del Parco naturale della Maremma, che si estende fino al mare, attraverso le pendici settentrionali dei Monti dell’Uccellina.
Chi ama il mare, quindi, potrà già godere del sole sulla spiaggia e magari anche approfittarne per mettere fare un primo bagno... del resto, nelle terre verdi della maremma toscana, la stagione estiva si annuncia con le feste e i ponti primaverili.
Alberese, soprattutto nel mese di maggio, offre una serie di appuntamenti interessanti. Gli antichi mandriani a cavallo, ovvero i Butteri, che avevano il compito di domare il bestiame che viveva in libertà in campagna, ogni primo maggio sono i protagonisti di una tradizionale festa che è enogastronomica e insieme folkloristica. Questo appuntamento, da oltre quarant’anni, è tra i più amati dai turisti e dagli appassionati di Maremma. La festa, che si svolge lungo l’intera settimana, pone al centro dell’attenzione il cavallo, con la Merca del bestiame e doma del puledro. I Butteri daranno prova della loro abilità e maestria nella marchiatura del bestiame brado, nella doma dei puledri e nel tradizionale Torneo della Rosa. Quest’ultimo è l’evento più spettacolare, che vede i butteri impegnati a domare i puledri con i metodi antichi, sotto gli occhi affascinati dei presenti.

Il Parco Regionale dell’Uccellina è stato mantenuto incontaminato, nonostante la presenza dell’uomo, con i suoi naturali paradisi circostanti e il patrimonio faunistico e floristico; l’Ente Parco naturale della Maremma permettono di salvaguardarne la conservazione. Qui, immerso nella natura, il turista può scegliere esperienze sempre diverse: escursioni a cavallo, trekking a piedi, “bird-watching”, esplorazione di aree storiche e molto altro. Una particolarità del Parco sono le numerosi torri, diffuse per tutto il territorio e alte dai dieci ai quindici metri, che venivano costruite a una distanza non superiore alle tre miglia l’una dall’altra e che non avevano compiti difensivi. Il territorio del Parco è suddiviso fra i Comuni di Grosseto, di Magliano in Toscana e di Orbetello.

  

Verso il mare, pedalando

  

Gli amanti della bicicletta possono arrivare al mare usando la comoda e suggestiva pista ciclabile Alberese - Marina di Alberese - Bocca d’Ombrone: è asfaltata e si sviluppa all’interno del parco naturale della Maremma. Il tracciato, interamente pianeggiante, ha inizio dalla frazione di Alberese, presso il nuovo Centro Visite del Parco, da dove si dirige inizialmente verso nord-ovest, parallelamente all’antico tracciato della Via Aurelia. Prima di raggiungere la località di Spergolaia di Alberese, la ciclopista diverge dal vecchio tracciato dell’antica via consolare, trovandosi parallela al tratto di strada che da Spergolaia di Alberese si dirige verso il mare. Da questo punto, il tracciato della ciclopista segue quasi l’andamento della strada, prima di iniziare a percorrere il lungo tratto della Pineta Granducale. Il tracciato principale termina in prossimità della spiaggia, mentre la biforcazione raggiunge la località di Bocca d’Ombrone. Mentre il tratto che raggiunge il mare è di fruizione e passaggio libero, la biforcazione che si dirige verso la foce del fiume Ombrone coincide con un tratto dell’itinerario A7 del Parco naturale della Maremma, e quindi può essere percorso soltanto dopo aver acquistato il biglietto. La lunghezza del tratto tra Alberese e il mare è di 10 chilometri, invece la biforcazione per Bocca d’Ombrone misura un chilometro e mezzo circa.

INFORMAZIONI UTILI PER IL CAMPERISTA:

 

Informazioni turistiche
Centro Visite di Alberese e Direzione del Parco, Via del Bersagliere 7/9, 58100 Alberese (GR), tel. 0564 407098, fax 0564 407278, e-mail: centrovisite@parco-maremma.it; il parco è aperto tutti i giorni, anche festivi, ore 8.30/14; info@parco-maremma.it - Comune di Grosseto: tel. 0564/407098

 

Sosta in camper
• parcheggio utile per la sosta camper, su sterrato, di fronte agli uffici del Parco della Maremma; ciclabile per Marina di Alberese (7 km, dove è vietato l’accesso ai camper in estate e nei giorni festivi), tel. 0564407098; GPS: 42° 40‘ 12’’ N 11° 6‘ 16’’ E
• Camping La Principina, Principina a Mare, (convenzionato con CamperLife) tel. 056431530; GPS: 42° 42‘ 14’’ N 11° 0‘ 20’’ E;
• Area Oasi di Maremma, Marina di Grosseto, (convenzionato con CamperLife) tel. 3389508714; GPS: 42° 43‘ 34’’ N 10° 59‘ 26’’ E;

<asp:ContentPlaceHolder id="PlaceHolderPageTitle" runat="server"/>