TRATTI DI LUCE FIAMMINGA.

Da Amsterdam al mare del Nord, un viaggio dai toni delicati di un acquerello.

Alla scoperta delle terre d'Olanda, tra porti fiorenti, preziosi centri storici e mulini a vento. Un inedito itinerario da realizzare in camper, tra acqua e terra, polder, canali e coste della provincia settentrionale dei Paesi Bassi. Luoghi d’incanto e ricchi di fascino, facili da raggiungere e a breve distanza da Amsterdam.

Direzione: Mar del Nord

Amsterdam è per antonomasia l’attrazione e il richiamo principale della provincia settentrionale dei Paesi Bassi. Al contempo però non è l’unica perla della preziosa collezione di città dal fascino di altri tempi che fanno parte dell’Olanda del nord e che vale la pena esplorare. Molte località meno note sono tuttavia di grande fascino, e solo brevi distanze le separano da Amsterdam. In camper sono tutte facilmente raggiungibili e con comode aree di sosta.

Ci dirigiamo così verso il Mare del nord e l’Ijsselmeer. Attraversiamo un paesaggio fatto di polder (terre bonificate), di canali e di mulini a vento protetto da dune e da grandi dighe che sottraggono le terre coltivate dal predomino del mare e che offrono spettacolari giochi di luce e riflessi: forse a causa del vapore acqueo che sale nell’aria, il cielo mostra sfumature argentee incredibili e i colori qui sono tenui e indefinibili, a meno che non si possegga l’estro e la sensibilità cromatica dei pittori fiamminghi!

Aree di sosta per il camper

Amsetrdam: Camping Zeeburg – www.campingzeeburg.nl

Da Zandvoost a Alkmaar

Prima tappa è Zandvoost, località turistica sul mare famosa per il suo circuito automobilistico internazionale e che vanta una lunga e splendida spiaggia, perfetta per tutti gli appassionati di sport nautici e per i surfisti; poco più in là, c’è Bloemendaal, località riservata a chi ama contesti meno affollati e più esclusivi. Tutto intorno, a fare da cornice a nord e a sud, due fantastiche riserve naturali percorribili anche in bicicletta attraversando sentieri sinuosi e colline ammantate da pini.

Riprendiamo il camper e, postandoci più verso l’interno, andiamo ad Alkmaar, la cui fama è fortemente legata al coloratissimo e tipico mercato del formaggio. Qui il giorno del mercato, 30.000 kg di forme di Gouda, Edam e Leiden sono spettacolarmente esibite nella piazza principale.
Con i loro cappelli pittoreschi di quattro colori, vediamo alcuni portatori entrare in azione -per tutta la mattinata- e caricare il formaggio su slittini di legno per trasportarlo all’antica pesa. Naturalmente si tratta di una messa in scena che rievoca un antico rituale ma è comunque molto spettacolare e divertente per chi visita il luogo. La città è poi circondata da canali che costeggiano l’antica cerchia fortificata e un giro in battello è immancabile. Inoltre, proprio dai canali, sono visibili i simboli olandesi per antonomasia: gli antichi e famosi mulini a vento che documentano l’antico lavoro dell’uomo in queste terre strappate al mare.
Nei pressi di Alkmaar (Shermer) se ne trovano molti ben ristrutturati e visitabili, che offrono una chiara idea di come per tre secoli si sia effettuato il pompaggio a vento.

Aree di sosta per il camper

Zandvoost: Camping de Branding – www.campingdebranding.nl

Edam

Nel ‘600 dal porto di Edam, altra perla nascosta del nord, salpavano le baleniere e qui erano ospitati ben 33 cantieri per la costruzione della flotta del leggendario ammiraglio De Ruyter. Con le sue tranquille vie acciottolate e i canali da cartolina, Edam è il maggior centro di questa zona. Famoso per l’omonimo formaggio qui prodotto, nacque nel XII secolo e oggi sono visitabili svariati e interessanti monumenti storici, tra questi, la Speeltoren (Torre con carillon) e la Chiesa di San Nicola, in stile tardo gotico risalente al XV secolo, con le sue 32 grandi vetrate smaltate in stile rinascimentale: quest’ultimo è uno dei 100 monumenti più belli d’Olanda. Passeggiando lungo i canali, si possono ammirare le magnifiche case della ricca borghesia del luogo e, nelle vicinanze, una fortezza costruita a protezione della città di Amsterdam.

Aree di sosta per il camper

Edam: Camping Strandbad – www.campingstrandbad.nl

Da Volendam a Enkhuinzen

Riprendiamo la marcia e a bordo del nostro camper proseguiamo ora sulle rive del Markemeer, visitiamo Volendam, cittadina pittoresca e molto turistica ma che non ha perso la sua anima originale.
Capita spesso qui di vedere i suoi cittadini vestire abiti tradizionali e, intorno al porto, è bello osservare il susseguirsi di case dal tetto aguzzo e dalla facciate colorate di verde, per poi perdersi nel sali-scendi di scale e tra i piccoli percorsi della cittadina. La fama di questo luogo si diffuse intorno alla metà del XIX secolo, quando la quotidianità di villaggi e paesi immortalati dai pennelli di Hals, Vermeer e Rembrandt, cominciarono a fare il giro del mondo e delle principali corti europee.
In particolare, colpiva l’iconografia delle figure femminili rappresentate con costume tipico, un copricapo singolare e zoccoli ai pedi. Una figura tipica dei villaggi che si rifletteva nell’immaginario di artisti e viaggiatori che, incuriositi, desiderano scoprirla più da vicino.
Volendam ospita due edifici chiave: il Museo della città e l’Hotel Spaandeer, i cui tesori si completano a vicenda. Tutto iniziò quando nel 1881 una coppia di signori, i coniugi Spaander acquistarono un bar al porto e ne ricavarono un hotel che presto diventò centro di attrazione per artisti e pittori internazionali, venuti qui in cerca di ispirazione. Tra i tanti clienti ospitati, si registrano autori come Renoir, Kandinsky, Signac e molti altri, le cui opere sono conservate in hotel ancora oggi e al Volendams Museum, che sorge su una sorta di palafitta proprio accanto all’hotel, e che naturalmente vale una visita.

L’itinerario volge ora al termine con Enkhuinzen, una delle località più suggestive e ricca di antiche abitazioni del XVI secolo e notevoli monumenti. Una passeggiata attraverso la storia viene offerta dal museo Zuiderzee, una zona a cielo aperto che raccoglie ben 130 edifici storici e che offre uno spaccato della vita che si conduceva un tempo. Durante la visita, piacevole per tutta la famiglia, si possono anche affittare abiti tradizionali, partecipare a cacce al tesoro o camminare con i trampoli.
Un modo molto attivo di apprezzare luoghi e tradizioni.

 
 
<asp:ContentPlaceHolder id="PlaceHolderPageTitle" runat="server"/>