26 Feb 2016

A PRIMAVERA, FAI SPLENDERE IL TUO CAMPER!

Vita a bordo

Ecco come procedere alle pulizie di primavera del tuo veicolo.
L’arrivo della bella stagione, per un camperista, non coincide solo con la ripresa dell’attività all’aria aperta: è un momento di rigenerazione profonda del mezzo.

Lavaggio esterno del camper
Per cominciare, procediamo al lavaggio esterno del camper, un’operazione che deve essere svolta con massima cura. L’ideale è farlo direzionando i getti di acqua (mai troppo forti) dall’alto verso il basso, così da ridurre al minimo le infiltrazioni.

Tolta la patina di polvere che lo copre, potrebbero venire alla luce piccoli buchetti o qualche ammaccatura, provocata magari dai rami: è assolutamente necessario prestare la massima attenzione per evitare che filtri acqua all’interno. Mentre laviamo il mezzo, esaminiamo molto attentamente tutte le pareti esterne.

Se ci accorgiamo che vi sono screpolature o che in quale punto manca dello stucco, facilmente riusciremo ad ovviare all’inconveniente. Se possibile lasciamolo asciugare al sole e poi … dedichiamoci all’interno: il nostro viaggio è appena iniziato!

Le pareti interne della cellula
Diamo uno sguardo alle condizioni delle pareti interne e al soffitto del camper e, dopo aver staccato tende e tendine (che andranno in lavatrice), procediamo alla detersione con acqua e un sapone specifico, utilizzando un panno inumidito. Polveri e gas di scarico saranno così eliminati. È un lavoro importante: nell’abitacolo ci viviamo e ci respiriamo, quindi è bene igienizzarlo con cura.

Gavoni
Provvediamo a svuotare i gavoni e a rimuovere con una spazzola eventuali residui di terriccio, sabbia e sporcizia accumulata durante l’inverno. Passiamo l’aspirapolvere e una spugna umida, imbevuta in un mix di acqua e aceto (1 bicchiere) o bicarbonato di sodio. Arieggiamo prima di richiuderli. In presenza di odori, muffa e umidità, controlliamo le pareti poiché potrebbero celare infiltrazioni.

Guarnizioni in gomma (di porte, finestre e oblò).
Spolveriamo e liberiamo dalle impurità le guarnizioni di porte e finestre eliminando sassolini, aghi di pino, polvere, grasso ecc. Basta una spugna inumidita e, una volta asciutte, ripassiamo le guarnizioni in gomma con un pennello morbido intinto nel talco: tornano come nuove. Altro sistema è il ricorso all’olio di silicone. In questo caso è sufficiente un panno imbevuto passato delicatamente sulla gomma.

Cerniere e serrature
Le cerniere possono essere lubrificate con appositi spray per evitare cigolii e scricchiolii che prefigurano ossidazioni e grippaggi. Lubrifichiamo i perni, facendo filtrare il liquido nelle fessure e muoviamo un po’ alla volta in avanti e indietro il portellone, quel tanto da consentire al liquido di penetrare. Anche le serrature non sono da trascurare, compresa quella dell’accensione motore. Ottima per questa finalità è la polvere di grafite.

Cassetti, pensili e accessori di cucina
In camper, polveri e fumi di scarico penetrano, viaggiando, e si depositano tra cassetti e pensili, ovvero negli spazi dove conserviamo posate, pentole da cucina, piatti e accessori vari. Quindi, dopo averli svuotati, con un panno ben inumidito con acqua e detergente provvediamo a pulirli e asciugarli. Procediamo poi alla pulizia di lavelli, cucina, frigorifero. Particolare attenzione va dedicata al frigorifero: non basta svuotarlo ma è necessario smontare i singoli ripiani e lavarli e sgrassarli, sciacquando poi con abbondante acqua calda. Asciughiamo e ricordiamo di non lasciare mai il frigo completamente chiuso, per evitare che si formino cattivi odori.

Tappezzeria, tappeti, tende, moquette e sedili guida
Anche in questo caso il bicarbonato funziona molto bene: neutralizza i depositi acidi che la polvere e lo sporco formano sulle fibre e elimina i cattivi odori. Ecco cosa fare: dopo aver pulito e sbattuto i tessuti cospargiamo sulla superficie del tessuto la polvere di bicarbonato. Lasciamola agire per un’ora o più, poi scuotiamo bene e ripuliamo tutto usando l’aspirapolvere. I risultati saranno evidenti.

Materassi: letti e mansarde
E’ fondamentale far arieggiare spesso materassi e cuscini, per questo è consigliabile aprire totalmente finestre e oblò del camper e poi, munirsi di aspirapolvere da passare in tutti gli interstizi e gli angoli del letto, sopra e sotto i materassi. Eviteremo così gli accumuli di polvere stantia nei punti più difficili da raggiungere.
Se possibile, cuscini e materassi devono essere esposti all’aria, scuotendoli con un battipanni.


La pulizia del camper richiede pazienza, dedizione e un pizzico di precisione. Qualità che certo non mancano ai buoni camperisti.
E voi siete pronti? Buon viaggio a tutti!

 
<asp:ContentPlaceHolder id="PlaceHolderPageTitle" runat="server"/>